-A +A

Le visite dedicate ai bambini nella Valle della Loira

Uno sguardo diverso sulla destinazione Blois-Chambord

I castelli della Loira sono anche fonte di meraviglia per i più giovani

Inserita nel Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2000, la Valle della Loira sa sedurre grandi e piccini grazie a numerose animazioni, al fine di offrire a tutti un ricordo memorabile della regione. Panoramica delle dichiarazioni dei nostri giovani visitatori…

Mon'ti train a Les Montils. © OTBC

Pietro e Mon'ti train 

«Adesso, so come funziona una locomotiva!»

«Ieri, ho trascorso una giornata indimenticabile a “Mon’ti train” insieme a nonno Alberto. È un grande parco nel quale si può salire su dei vagoni in miniatura trainati da locomotive a vapore. Sono più piccole di quelle che nonno guidava quando era ferroviere, ma altrimenti sono esattamente le stesse!».

«Allora, nonno mi ha spiegato come funzionano, a cosa servono il forno, la caldaia, le bielle e tutto il resto. Siamo persino passati attraverso una galleria! È stato fortissimo e ho imparato tante cose. Poi, abbiamo trascorso il pomeriggio nello spazio giochi, è stato davvero bellissimo!».

Pietro, 9 anni. Mon’ti train - Les Montils

Il castello degli enigmi a Fréteval. © OTBC

Alessia e il castello degli enigmi

«È vero che questo castello è speciale!»

«Mamma e papà ci avevano detto che questo castello era speciale. Io e mio fratellino Gioele non amiamo troppo visitare i monumenti storici, ma stavolta è stato geniale! Bisognava risolvere un enigma recuperando degli indizi nascosti un po’ ovunque nel castello».

«Abbiamo seguito la traccia dei briganti nella foresta e ci siamo accorti che gli indizi sono più facili per i bambini piccoli. Gioele ha trovato la soluzione prima di me. Era molto orgoglioso, ma gli ho chiesto la rivincita, perché sembra che cambino spesso gli enigmi…».

Alessia, 11 anni. Il castello degli enigmi – Fréteval

Lo spettacolo dei rapaci allo ZooParc di Beauval. © OTBC

Isabella e lo ZooParc di Beauval

  «Il mio viaggio in terre sconosciute»

«Ho sentito la potenza delle tigri bianche, rabbrividito davanti allo sguardo dei serpenti, sorriso davanti al rumoroso balletto degli scimpanzé. Ho visto con questi miei occhi l’incredibile okapi, lo strano lamantino e il dolcissimo koala. Ho sognato davanti alla pantera delle nevi, con il suo manto bianco costellato di cerchi neri, che può vivere fino a 5 000 metri di quota. Mi sono commossa davanti ai panda giganti cinesi e al loro piccolo»

«Il parco è davvero immenso; si viaggia di continuo da un continente all’altro: l’Africa, l’Asia… Per avere tutto il tempo di approfittarne, avevamo affittato una camera sul posto. In questo modo, l’indomani abbiamo potuto assistere allo spettacolo degli uccelli, una vera magia all’aria aperta».

«Sono rimasta a bocca aperta davanti all’incredibile spettacolo di pellicani, gru, cicogne, ibis e rapaci che volteggiavano nell’aria. In soli due giorni, ho fatto un viaggio incredibile, un meraviglioso viaggio in terre sconosciute. Questa giornata allo ZooParc di Beauval, inserito tra i quindici parchi zoologici più belli del mondo, rimarrà per sempre tra i miei ricordi più magici e indelebili».

Isabella, 16 anni. ZooParc di Beauval

Da scoprire…