-A +A

Il castello di Moulin

La perla della Sologne… golosa

Costruito come un castello feudale, Moulin ha conservato nel corso degli anni il valore architettonico di un monumento dell’arte francoitaliana

 

Il castello di Moulin, “perla della Sologne”, è stato costruito tra il 1480 e il 1502 da Jacques de Persigny, architetto della corte, per Philippe du Moulin, amico di gioventù e capitano del re Carlo VIII, che fu da lui salvato durante la battaglia di Fornovo, nel 1495.

A metà strada tra roccaforte e residenza signorile, il castello di Moulin è diventato una dimora familiare unica nel suo genere, interamente ammobiliata e munita di tutti i comfort. Visitandolo e scoprendo il suo lato intimista e accogliente, verrebbe quasi voglia di posare qui le proprie valigie per partire poi alla scoperta di tutti i tesori della Valle della Loira.

I boschi che lo circondano e il suo grande orto che accoglie una quarantina di diverse varietà di fragole sono un invito irresistibile alle passeggiate e al relax.

Edificato dal 1480 per il “nobiluomo Philippe du Moulin, scudiere e signore dei luoghi”, il castello di Moulin, nascosto tra boschi e praterie, specchia le sue torri di mattoni rosa, decorate di nero e sormontate da tetti di ardesia, nell’acqua del suo fossato.

Si svela allo sguardo solamente all’ultimo momento, alla fine di un sentiero che si snoda tra alberi secolari.

Il conservatorio della fragola